Buttiamo la bilancia!

Perché è meglio buttare la bilancia

Quando inizio un protocollo in Zona con una nuova persona, immancabilmente mi arriva la telefonata disperata: “Non so come fare, sono due giorni che seguo la Zona, ma il peso è sempre uguale!”.

Per alcuni la prova della bilancia è il rito di ogni mattina: scendono dal letto e, rigorosamente a stomaco vuoto, vanno a “testare” il loro risultati. Sembra che le persone si divertano a rovinarsi la giornata; anzi, pare che la loro intera giornata possa essere determinata dal responso della bilancia.

Quello che non sanno è che le bilance, spesso, mentono…

Prima di tutto un chiarimento

Il punto fondamentale da tenere sempre presente è che una dieta ben studiata non ha lo scopo di renderci tutti perfettamente magri come dei modelli da sfilata di moda: quanto saremmo brutti, tutti uguali e standardizzati!

Il vero scopo di un corretto regime alimentare è quello di farci sentire bene con noi stessi, nel rispetto di quello che siamo e delle nostre differenze, che sono ciò che realmente ci distingue dagli altri e ci rende unici.

Le persone geneticamente predisposte ad avere una struttura magra, non necessariamente sono in salute solo perché hanno un aspetto che gli attuali canoni di bellezza (a mio avviso inadeguati) reputano perfetti: anche loro potrebbero non avere il giusto equilibrio tra massa magra e massa grassa!

Al contrario, chi è geneticamente predisposto ad avere forme più “morbide”, può raggiungere un aspetto bello e sensuale senza spingersi fino al denutrimento forzato che, invece, gli farebbe avere un aspetto deperito, tutt’altro che sano e seducente…

Il punto è portare il nostro fisico a un equilibrio armonico, che solo con un’adeguata alimentazione potrà raggiungere.

Massa Grassa e Massa Magra

Massa grassa e massa magra, nelle giuste proporzioni, sono entrambe necessarie al nostro fisico. Ma danno un contributo molto diverso al nostro peso.

La massa magra è costituita dalle ossa, dagli organi, dai muscoli e dai liquidi.

La massa grassa, invece, è quello strato di “morbido” che riveste il nostro corpo e ha, tra le altre cose, il compito di proteggerlo dagli agenti esterni, che possono provocare, per esempio, traumi.

Quindi, quella che incide maggiormente sulla bilancia è, in realtà, la massa magra; al contrario, la massa grassa ha minore importanza sull’ago della bilancia, ma influisce sulle taglie che noi indossiamo.

Buttiamo la bilancia

Ecco perché una delle prime cose che cerco di spiegare a chi si rivolge a me è che dobbiamo occuparci di diminuire la taglia dei vestiti, perché la massa grassa pesa poco ma occupa spazio e, quindi, ci fa indossare abiti più grandi.

Senza dimenticarci, poi, che lo stress da bilancia è potenzialmente controproducente! Il nostro sistema nervoso agisce direttamente sulla produzione di ormoni: stressarlo potrebbe peggiorare la situazione.

La cosa più interessante è la risposta che mi sento dare da tutte quelle persone che mi chiamano allarmate perché la loro bilancia non dà segni di cedimento, quando chiedo loro come vanno i vestiti. “Bene!” mi dicono “ho perso una taglia!”

Invito tutti voi a non pesarvi e a fidarvi dei vestiti, dando al corpo il giusto tempo per reagire!

 

photo credit: JonathanCohen via photopin cc



Altri articoli su: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti anche:

Daniela Morandi P.IVA 02249850302 - Copyright 2006 - 2018 - Comunicazioni - Privacy Policy