Una ricetta NutriGourmet per Natale (e non solo)

Visto che siamo sotto Natale, ho pensato che la mia ricetta preferita in Zona Mediterranea fosse l’ideale: capesante in padella ai profumi mediterranei.

È una delle ricette NutriGourmet che ho elaborato insieme allo Chef Claudio Colombo Severini e che si trovano nell’ultimo libro del Dott. Sears, “La Zona Mediterranea”.

L’ho condiviso con i lettori di Benessereblog e ora lo condivido con voi.


 

Capesante in padella ai profumi mediterranei: la ricetta della Zona Mediterranea

Ecco come preparare un gustoso piatto contro l’infiammazione cellulare che permetta di rimanere “in Zona”

Capesante NutriGourmet ai profumi mediterranei

L’infiammazione cellulare può essere combattuta in cucina: ad assicurarlo è Barry Sears, autore della Zona Mediterranea, evoluzione della nota Dieta Zona arricchita dalle conoscenze acquisite negli ultimi 20 anni sull’azione antinfiammatoria dei polifenoli.

Il nuovo libro di Sears è arricchito dalle ricette che Daniela Morandi, nutrizionista e naturopata specializzata nell’applicazione della Strategia Nutrizionale Zona, ha elaborato grazie alla collaborazione con lo chef Claudio Colombo Severini, consulente del ristorante argentino “Don Juan” di Milano che ha collaborato con Morandi anche nel Progetto “Your Nutritional Reset” presso il Terme di Saturnia Spa&Golf Resort.

Noi di Blogo abbiamo avuto occasione di parlare con Morandi di alimentazione antinfiammatoria durante un incontro sulla Dieta Zona organizzato a Roma. Le abbiamo chiesto quale fosse la sua ricetta preferita fra quelle inserite nel libro. La risposta? Fra i piatti gourmet, le capesante in padella ai profumi mediterranei. Daniela Morandi ci ha consentito di condividerla con voi: ecco come prepararle.

Ingredienti per 1 porzione

  • 280 g di capesante
  • 300 g di salsa di pomodori Merinda
  • 215 g di cavoletti viola di Bruxelles
  • 10 g di capperi di Salina
  • 3 olive nere snocciolate
  • scorza di ¼ di limone grattugiata
  • 2 foglie di basilico
  • 1 g di origano essiccato
  • 1 g di cipolla rossa disidratata
  • 4,5 g di olio extravergine d’oliva al rosmarino
  • sale Maldon qb

Preparazione

Pulire e lavare i cavoletti di Bruxelles, farli bollire in abbondante acqua salata per 6 minuti, scolare, raffreddare in acqua e ghiaccio e asciugare su carta assorbente. Tritare i capperi e le olive nere. In una pentola di alluminio versare la salsa di pomodori Merinda, il battuto di olive e capperi, l’origano, e portare a bollore. Cuocere per 3 minuti.

Lavare e asciugare le capesante. Condire le capesante e i cavoletti di Bruxelles con l’olio al rosmarino. Portare a temperatura alta una padella di alluminio antiaderente e farvi saltare i cavoletti. Aggiungere le noci di capesante e saltarle 1 minuto per lato.

Stendere la salsa ai profumi mediterranei nel piatto, adagiarvi in maniera armoniosa le capesante e i cavoletti e finire con la scorza di limone e la cipolla rossa disidratata. Per completare il bilanciamento, è necessario aggiungere 2 mini blocchi di frutta favorevole cercando di tener presente nella scelta i tempi di stagionalità.

Pubblicato originariamente su Benessereblog

Una serata Nutrigourmet by Daniela Morandi all’Hotel Principe di Savoia

Nutrigourmet by Daniela Morandi Principe di Savoia
Giovedì 15 ottobre Il ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia di Milano ospiterà una cena a quattro mani con i piatti elaborati secondo i principi Nutrigourmet by Daniela Morandi.
L’Executive Chef di Nutrigourmet Claudio Colombo Severini assieme a Fabrizio Cadei, Executive Chef di Acanto, presenteranno un meraviglioso menù di creazioni uniche, che saranno una vera esperienza sensoriale.

Anche io sarò in sala e guiderò i presenti alla scoperta del gusto che fa bene all’anima e rappresenta la frontiera della nuova alimentazione del benessere.

Per le prenotazioni potete chiamare lo 02 623 020 26

Nutrigourmet by Daniela Morandi al Principe di Savoia

Clicca per Saperne di più

Cooking Therapy di coppia a Uno Mattina Estate

Lunedì mattina sarò ospite a Uno Mattina Estate nello spazio wellness per parlare della cooking therapy di coppia: osservazioni, riflessioni sulla magia che possiamo creare nelle nostre cucine grazie alla condivisione di uno spazio insolito e al potere delle erbe aromatiche sulle nostre emozioni…

Cooking Therapy di coppia

Il NutriGourmet al Brera Expo Wine Tour

Hamburger di galletto

Nei giorni scorsi, tra i vicoli di Brera a Milano, si potevano gustare assaggi delle eccellenze culinarie italiane: c’è stato il Brera Expo Wine Tour, una delle manifestazioni di “assaggi di Expo”, patrocinate dal Comune di Milano, che anticipano l’evento dell’anno prossimo.

Si è trattato di un evento molto denso di significati, perché ha voluto mettere al centro l’attenzione al benessere della persona. Da una parte perché il cibo è stato osservato sotto una lente diversa: il cibo bello e buono può anche farci stare bene; dall’altra perché a condurre il catering sono stati i ragazzi della comunità di recupero Kayròs, per un progetto di reinserimento sociale.

Per questo, quando ho avuto il piacere e l’onore di essere invitata a dare il mio contributo con il metodo “NutriGourmet by Daniela Morandi”, non ho avuto un attimo di esitazione!

Lo Chef e i trucchi del mestiere

Chef Claudio all'opera

Per l’occasione lo Chef Claudio Colombo Severini ha tenuto al Flagship Store Enel due showcooking, nei quali cui ha insegnato ai ragazzi di Kairos e a tutti i presenti i trucchi della sua cucina: ha spiegato che un piatto per essere davvero piacevole deve avere il giusto bilanciamento tra consistenze diverse, stimolare lo sguardo con giochi di almeno tre colori e solleticare il gusto con il giusto accostamento di sapori.

Il tutto, naturalmente, con quell’attenzione alla biochimica applicata alla preparazione dei piatti che caratterizza la nostra collaborazione, nata ormai più di sette anni fa, dopo l’uscita del mio primo libro “Il Bello della Zona”, prima pietra miliare del mio metodo nutrizionale.

Emozionarsi con il cibo fa bene alla salute

Spero che eventi di questo tipo, in cui si impara che seguire un’alimentazione sana non significa dimenticare i piaceri della buona tavola e della convivialità, diventino sempre più frequenti.

Per me è molto importante che le persone capiscano che è possibile fare pace con il cibo e che può diventare un alleato strategico per il nostro benessere, soprattutto se riesce a tenere alte le nostre emozioni.

Certo, la chimica che sta alla base dell’arte culinaria è incredibilmente complessa e ci vuole maestria per miscelare gli alimenti in modo da creare un piatto così bello da sembrare un’opera d’arte, così speciale da dare una grande emozione. Ma anche se non siamo tutti come Chef Claudio, anche nella nostra quotidianità possiamo assaporare l’emozionalità della biochimica degli alimenti, con piatti più semplici ma che sono un piacere per l’occhio e per il palato!

Hamburger di galletto con asparagi

La Stella incontra la Zona: l’incontro tra uno stellato e la moderna nutrizione

tortino melanzaneDopo tredici anni di assidua collaborazione con il dr Sears, lavorando ore e ore in studio a contatto con la gente e passando tante sere e tanti week end nelle cucine a cucinare ed interscambiare con diversi chef,  sono arrivata al momento in cui ho sentito la necessità di seguire fino in fondo quella che era stata una mia intuizione (molto poco compresa all’epoca). Sette anni fa, infatti, pubblicai il mio primo libro “Il bello della Zona”, nel quale ebbi l’onore di scrivere per la prima volta a quattro mani con il mio grande maestro dr Sears. Fortunatamente lui fu una delle poche persone che capirono “al volo” quello che io stavo vedendo per il futuro della Zona: ero certissima che il mio concetto di “NutriGourmet™” sarebbe stato vincente e sarebbe stato il futuro.

 

Sono solo ricette?

Nello stesso momento mi resi anche subito conto che la strada sarebbe stata lunga e non semplice per arrivare davvero al livello a cui sognavo di arrivare: non vi era solo la resistenza da parte di molte persone che reputavano il mio libro un “semplice” libro di ricette, ma capii che anche da parte mia era necessario tanto studio approfondito di molte tecniche di cucina, di ulteriore biochimica applicata agli alimenti  e di ore ed ore di osservazione del comportamento degli alimenti bilanciati secondo i criteri più corretti.

È ovvio che in tutto questo dovevo – e potevo – inserire la mia esperienza quotidiana in studio, perché il mio obiettivo è comunque sempre stato quello di insegnare alle persone come nutrirsi in maniera corretta divertendosi, ma soprattutto ottenendo i risultati che desiderano.

Essere bravi nutrizionisti o bravi chef non basta per realizzare il progetto “NutriGourmet™” che avevo in mente: servono anche altre qualità, servono i talenti che solo la tanta dedizione e la passione possono far emergere e serve anche molta intuizione.

Non bastano due bravi professionisti che si incontrano in cucina…

Ecco perché è nato nel tempo il mio Metodo “Nutritional Reset™”: il Metodo parte da solidissime origini “in Zona”, ma l’ho integrato con una serie di variabili di cui ho imparato a tenere conto e che sono fondamentali per la buona riuscita di un percorso nutrizionale.

Il Metodo è stato selezionato da Terme di Saturnia, resort unico al mondo, per creare insieme il percorso nutrizionale, a numero rigorosamente chiuso, denominato “Your Nutritional Reset”.

“YOUR” proprio perché la caratteristica è la super-personalizzazione, che mi è tanto cara: ognuno di noi è unico ed ama sentirsi unico!

Un metodo da insegnare

A Saturnia, assieme allo chef Claudio Colombo Severini, teniamo anche show cooking e corsi di cucina. Sono a numero limitato proprio perché hanno lo scopo di insegnare a tutti i partecipanti quali sono gli abbinamenti migliori da utilizzare, rispettando il rigore biochimico e i bilanciamenti più corretti nel singolo caso; lo dico e lo dirò sempre: la nutrizione corretta  non è una questione di soli “blocchi”, calorie  e associazioni di gusti ben fatte. Non basta bilanciare un piatto per ottenere un buon risultato (e già non è cosa semplice), ma serve molto di più. Davvero tanto di più!

A Saturnia abbiamo anche ricevuto come ospite il dr Sears, che è rimasto incantato dalla magia del luogo e ha espresso ottimi giudizi per la cucina lì espressa. Tra l’altro sono felice di poter annunciare un nostro nuovo libro, che uscirà prossimamente negli Stati Uniti!

Enerzona e il “NutriGourmet™”

Dopo anni di sforzi, sono davvero contenta che il mio concetto di NutriGourmet™ si stia finalmente diffondendo!

Altre persone stanno iniziando a seguire questo modello e ciò desta l’interesse di stampa, blogger e appassionati. La stessa Enerzona ha appena iniziato ad organizzare dei corsi di cucina bilanciata.

Spero di poter diffondere questa mia visione della nutrizione sempre di più,  e di poter insegnare  il mio Metodo come base di tanti progetti diversi nel tempo e nei luoghi.

Credo veramente che sia una soluzione per vivere “bilanciati” in maniera appagante!

 

 

 

 

 

 

Daniela Morandi P.IVA 02249850302 - Copyright 2006 - 2019 - Comunicazioni - Privacy Policy